Sono pugliesi e si occupano di bullismo. Ecco gli imprenditori “sociali” più giovani d’Italia.

Il Movimento anti-bullismo “MABASTA”, fondato nel 2016 da una classe di studenti 14enni dell’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce, diventa impresa sociale.
La mission della startup è quella di realizzare iniziative e azioni per contrastare e, possibilmente, sconfiggere i fenomeni di bullismo e cyberbullismo.
I ragazzi protagonisti di questa nobile impresa stanno per lanciare quello che definiscono il “Modello Mabasta”, una guida che suggerisce i comportamenti da adottare in classe. Una sorta di protocollo con pratiche originali concepite dalle giovani menti di questi studenti, creativi e impegnati allo stesso tempo.
L’ “impresa sociale” non ha l’obiettivo del mero profitto ma quello di tentare di risolvere un grave problema sociale che crea disagio e sofferenza, possibilmente con una piccola ricompensa per i giovani startupper.

Clicca qui e scopri di più…

Ti piacerebbe testare le tue attitudini da imprenditore sociale?